ART. 1 – Il Centro Culturale Università delle Terza Età  di Bollate, Garbagnate Milanese e Novate Milanese (U.T.E.), è stato costituito dal Lions Club Bollate (ora Lions Club Bollate le Groane) in Garbagnate M. con atto notarile dell’8.3.1995 ed opera nel comprensorio dei comuni di Bollate, Garbagnate M., Arese, Novate M., Senago e Cesate. Con atto notarile del 22 settembre 2009 ha assunto la forma di Associazione di Promozione Sociale a sensi della Legge 7/12/2000 n. 383.

ART. 2 –  E’ un’Associazione prettamente culturale, apolitica e senza fini di lucro e persegue scopi di volontariato e solidarietà ed è iscritta nel Registro Provinciale Associazionismo della Regione Lombardia (L/r 28/96).

ART. 3 –  E’ organizzata e gestita da un Consiglio Direttivo, i cui membri sono eletti dall’assemblea dei soci. Il Consiglio Direttivo nomina tra i suoi membri il Presidente, il Segretario, il Tesoriere ed i coordinatori operativi delle tre sedi didattiche.  Il Vice Presidente è di diritto il Presidente pro-tempore del Lions Club Bollate le Groane. Il Consiglio Direttivo, inoltre, ha facoltà di cooptare nel Consiglio stesso altri membri anche non soci.

ART. 4 – Attualmente soci di U.T.E. sono i soci del Lions Club Bollate le Groane e i volontari che prestano servizio gratuito per il funzionamento dell’Associazione (segreterie e cariche nel Consiglio Direttivo).

ART. 5 – L’U.T.E., oltre a favorire e promuovere momenti ed occasioni di incontri e di aggregazione sociale tra gli iscritti ai corsi didattici, svolge la sua attività culturale organizzando:

–         corsi di insegnamento, laboratori e corsi di manualità in varie materie

–         eventi quali conferenze e dibattiti

–         visite guidate a musei, mostre, monumenti

–         escursioni a contenuto didattico, culturale paesaggistico.

ART. 6  I corsi di insegnamento sono tenuti principalmente nelle sedi messe a disposizione gratuitamente dalle Amministrazioni  Comunali. Le lezioni sono tenute da relatori con esperienza e conoscenza nelle discipline da essi insegnate, senza alcun compenso e corrispettivo ed in modo totalmente volontario.

ART. 7 – L’anno scolastico, programmato annualmente dal Consiglio Direttivo, inizia di norma nei primi giorni del mese di novembre e si conclude nel mese di maggio dell’anno successivo, con interruzioni in concomitanza con le principali festività in relazione anche al calendario scolastico regionale e locale.

ART. 8 – Gli iscritti possono frequentare tutti i corsi presso le tre sedi operative ma, ai fini organizzativi, con la presentazione della domanda di iscrizione annuale, dovranno indicare quelli ai quali intendono partecipare, assicurandosi che non vengano indicati corsi che si svolgeranno contemporaneamente per data e orario. In quest’ultimo caso è compito delle segreterie chiedere la scelta di uno solo dei corsi sovrapposti. E’ consentito in linea di massima di modificare la scelta, salvo per i corsi a numero chiuso.

ART. 9 – Il Consiglio Direttivo stabilisce che gli iscritti ai corsi, all’atto dell’iscrizione, versino un contributo economico. Detto contributo sarà utilizzato ed impiegato esclusivamente per l’assicurazione infortuni e R.C., per le donazione agli istituti scolastici presso i quali si utilizzano le aule,  l’acquisto e l’approvvigionamento di materiale di cancelleria e di attrezzature didattiche, per la stampa dei fascicoli dei programmi dei corsi e dei supporti informativi per la loro diffusione e, in ogni caso, per scopi attinenti alla gestione dell’associazione nel suo iter culturale nell’ambito di quanto previsto dallo statuto dell’associazione.

ART. 10 – Il Consiglio Direttivo stabilisce che gli iscritti ai corsi, all’atto dell’iscrizione, versino un contributo economico. Detto contributo sarà utilizzato ed impiegato esclusivamente per l’assicurazione infortuni e R.C., per le donazione agli istituti scolastici presso i quali si utilizzano le aule,  l’acquisto e l’approvvigionamento di materiale di cancelleria e di attrezzature didattiche, per la stampa dei fascicoli dei programmi dei corsi e dei supporti informativi per la loro diffusione e, in ogni caso, per scopi attinenti alla gestione dell’associazione nel suo iter culturale nell’ambito di quanto previsto dallo statuto dell’associazione.

ART. 11 –  E’ vietato svolgere all’interno di UTE attività commerciali di ogni tipo, anche se a titolo puramente promozionale. Tali attività possono comportare l’espulsione dai corsi. E’ invece consentita la promozione di attività e manifestazioni senza fini di lucro previa approvazione da parte del Consiglio Direttivo.

ART. 12 –  La partecipazione ai corsi ha natura privata e non attribuisce alcun titolo di validità pubblica agli iscritti che li frequentano. Ai soli fini interni, agli iscritti che siano stati presenti ad almeno due terzi della durata dell’anno scolastico, potrà essere rilasciato, a richiesta, un attestato di frequenza.

ART. 13  Il Regolamento, approvato dal Consiglio Direttivo e redatto in conformità ai principi ed allo spirito dell’U.T.E., può essere modificato in tutto od in parte dallo stesso Consiglio Direttivo.

Nota: a partire dall’anno 2020-2021 verrà introdotto il nuovo Statuto per l’adeguamento al Codice del Terzo Settore, D.Lgs. 117/2017 . Conseguentemente il presente Regolamento potrà subire modifiche.

Il Presidente

Giovanni Regiroli

Versione PDF

Regolamento-UTE-AA-2019-20

Iscriviti alla Newsletter di UTE Groane

Rimani collegato con le principali informazioni, novità e proposte dell'Università della Terza Età di Bollate, Garbagnate Milanese e Novate Milanese